Telefono

3664235834

E-mail

info@spalabmassaggi.com

Orari di apertura

Lun/sab: 9-20

Il massaggio fu riscoperto come pratica curativa durante il Positivismo, all’inizio dell’Ottocento, quando le ricerche scientifiche si occuparono anche della salute e si approfondirono gli strumenti per la cura personale, senza più i vincoli posti dal credo religioso. Il massaggio occidentale moderno risente dello spirito della rivoluzione scientifica europea e della sua tendenza materialistica.

Il corpo veniva considerato come un apparato meccanico, che come tale può essere sezionato nelle sue varie parti, curato e riparato con tecniche materiali. Quindi l’intento di questo tipo di massaggio è soprattutto quello di agire sugli aspetti fisici del corpo, nelle sue diverse parti e attività. Il massaggio stimola il sistema nervoso simpatico, favorendo la circolazione sanguigna grazie a un movimento centripeto, che va dalle estremità verso il cuore.

Il massaggio connettivale riflessogeno fu ideato negli anni Cinquanta da Elisabeth Dicke, fisioterapista tedesca, che notò che alcune zone del tessuto connettivo corrispondevano a organi interni, su cui si poteva agire, indirettamente, con un massaggio. Il nome originale era “metamerico” in quanto la tecnica segue i metameri (aree innervate da una stessa radice spinale, tramite la quale si dirama l’azione riflessa ad altre zone corporee).

La ricerca scientifica appurò poi che gli effetti del massaggio connettivale erano determinati dai rapporti di innervazione tra cute, muscoli e organi interni e dimostrò il meccanismo tra riflessi nervosi, tessuto sottocutaneo e visceri. Oggi questo massaggio è praticato in caso di alterazioni e blocchi del tessuto connettivo. Ha un duplice scopo: diagnostico, per scoprire eventuali zone di tensione, e terapeutico, per risolvere lo stato di tensione.