Telefono

3664235834

E-mail

info@spalabmassaggi.com

Orari di apertura

Lun/sab: 9-20

Metafora dell’elemento metallo è rappresentato dai materiali induriti e condensati che si formano nelle viscere della terra. L’elemento terra partorisce il metallo, che prende vita con l’agglomerazione di sali e minerali.

Con l’elemento metallo si presenta un movimento energetico verso l’interno, in altre parole la concentrazione. Il metallo esprime la densità, la compattezza e la struttura.

L’uomo ha bisogno di strutture nel suo corpo (strutture anatomiche), come anche nella sua esistenza. Nella vita le strutture garantite dal metallo costituiscono delle linee guida che danno stabilità all’uomo Se però si rimane troppo ancorati ad esse, si rischia di perdere la propria mobilità e la capacità di evoluzione e sviluppo.

I minerali presenti nella terra devono essere portati, attraverso vari trattamenti, alla forma pura. I minerali puri devono quindi essere considerati un prodotto dell’attività umana, a differenza del fuoco, della terra, dell’acqua e del legno, che sono già presenti in natura nella loro forma pura.

In tal senso il metallo rappresenta un’immagine della capacità dell’uomo di intervenire sulla realtà e sull’ambiente circostante e di creare strutture fisiche, culturali e di pensiero che gli rendono più ordinata la vita sulla terra e più facile l’orientamento in essa.

Ecco alcune domande da porsi all’elemento metallo

Siete troppo o troppo poco duri nei confronti di voi stessi e degli altri?

Vi preoccupate troppo dell’apparenza e dell’aspetto esteriore o dovreste prestare un po’ più attenzione a come rappresentate e comunicate la vostra ricchezza interiore agli altri?

Vi serve un “guscio duro”, una barriera o dei confini per proteggervi dalle aspettative o dalle aggressioni delle persone che vi circondano o dovreste aprirvi di più, abbassare le difese o togliere la maschera per comunicare con gli altri?

Parlate/respirate liberamente?

L’apporto di aria fresca e/o l’inspirazione è sufficiente a nutrire i vari aspetti della vostra vita o vi sentite costretti e inibiti nel parlare, letteralmente o figurativamente?

Cosa dovreste sollevare o innalzare nella vostra vita?

Siete avari o prodighi di complimenti?

Dovete urlare, sputare o tossire fuori qualcosa che vi turba?

Articoli consigliati